Lipoveni, i nuovi barbari

Iniziamo una serie di articoli su un fenomeno molto attuale e molto particolare: le nuove invasioni barbariche. Nei secoli della decadenza, l’Impero Romano subiva le invasioni dei popoli provenienti da Est. Senza più la forza di un tempo, i barbari si riversavano nella Pianura padana razziando le ricche città romane. Il più famoso fu Attila, che per qualche tempo soggiornò anche a Milano, ma prima e dopo ce ne furono molti altri. Oggi ci ritroviamo in una situazione molto simile a causa di un gruppo etnico di origine russa stanziato in Romania: i lipoveni o lipovani. Sono pescatori senza regole, usano mezzi così distruttivi che stanno danneggiando seriamente l’ambiente. Il governo romeno ha schierato una task force dell’esercito per scacciare questi predoni dalla foce del Danubio: stavano infatti distruggendo l’ecosistema a causa dei loro metodi devastanti (elettrostorditori, coloranti, batterie di auto e molto altro). E i lipoveni hanno pensato bene di riversarsi in Italia, dove rischiano pene molto minori e non ci sono i mezzi legali per ostacolarne l’opera di distruzione. Agiscono in piccoli gruppi molto organizzati e in alcune province hanno già causato danni forse irreparabili all’ecosistema. Per conoscerli meglio abbiamo deciso di raccontare la loro storia dall’inizio: in questa serie di articoli ripercorreremo come si è formato questo gruppo etnico nei secoli e come sono organizzati oggi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.